BIOGRAFIA

gb for the English version scroll down to the bottom

meHo cinquantacinque anni; pertanto non ho più capelli. Il naso di tipo più ebreo che italiano. La bocca, ben disegnata. Intorno alla bocca non ho mai lasciato si formassero decorazioni di pelo. Il mento, la mascella e le orecchie, sono regolari. Il colorito è lievemente olivastro ma accoglie bene l’abbronzatura. Sono alto un metro e ottantatré e il mio peso forma si aggira sui settantotto chili. Sono venuto a Lucca nel 2003, il mio solo hobby consistette nel vivere, nel superare la difficoltà dell’esistere. I giovani artisti sono di solito di gradevole aspetto e anch’io lo ero. È più difficile mantenere un aspetto gradevole invecchiando, e, tutto sommato, non invecchio male. Mia madre era calabrese e assomigliava ad una donna tipica del sud, negli occhi soprattutto. I miei occhi assomigliano a quelli di mia madre, ma non assomigliano a quelli di mio padre. Le mie estremità, mani e piedi, sono ben fatte e mi sento lusingato quando manicure o pedicure mi fanno complimenti. Ho una buona voce e parlo un buon italiano. Il mio accento piemontese è artefatto, in realtà sono anch’io nato al sud è leggerissimo e riaffiora solo quando parlo a lungo. Chissà cosa vi aspettate del mio carattere e della mia natura spero possano emergere da una descrizione così piatta e puntuale della mia persona fisica, così come avviene da un’immagine dipinta. Vorrei, per esempio, si vedesse che sono forte e coerente, che sono fedele con gli amici e nell’amore. Pertanto non sono mai stato un donnaiolo né un libertino. Sono paziente e tollerante, con punte d’incontrollato furore. Mi piace provocare la gente, ma sono rispettoso delle opinioni altrui senza tuttavia cedere o venire a compromessi con ciò che penso e sento. Mi piace dare più che ricevere. Qualcuno mi accusa di essere “simpatico”, e capisco che da un certo punto di vista ciò possa costituire un limite, soprattutto presso le persone sospettose e guardinghe. Tuttavia, non mi servo della simpatia per imbrogliare nessuno, non vedo perché dovrei essere antipatico. Mi piace vestire in modo normale; bene, se possibile, ma senza ricercatezza. Mi piace mangiar bene. Bevo abitualmente acqua. Poco o niente vino. Mi piace leggere studiare scrivere e vedere opere d’arte. Amo l’arte segreta, le opere non famose, nascoste nei musei di provincia o in qualche soffitta sperduta di periferia o di campagna. Vado pochissimo al cinema, poco a teatro, tranne che all’opera che amo molto e al cui spettacolo mi piace collaborare; come scenografo, s’intende.

13516559_740327042775288_8115408205944086755_n

33835_499227652765_5814455_nI’m fifty-five years old, perhaps therefore I have not more hair. The nose type look more Jewish than Italian. Mouth, beautifully designed. Around the mouth I never left decorations were formed with hair. Chin, jaw and ears, are regular. The complexion is sallow slightly but welcomes good tan. I’m one meter high and eighty-three, and my weight is around seventy-eight kilos. I leave in Lucca since 2003, my only hobby consisted into living a good life, to overcome the difficulties of existence. The young artists have to look nice and I usually was the same. It is more difficult to maintain an attractive appearance my age, and perhaps I manage.

My mother was from Calabria and looked like a typical woman from South, especially in the eyes. My eyes resemble those of my mother, but do not resemble those of my father. My extremities, hands and feet, are well done and I feel flattered when manicure or pedicure make me compliments. I have a good voice and I speak good Italian. My Piedmonts accent is art fact, actually I am also born in the south is very light and emerges only when I talk long. Who knows what you expect of my character and my nature I hope will emerge from this kind description so flat and punctual in my individual, just as it does from a painted image. It would, for example, you would see that I’m strong and consistent, and I’m faithful with friends and love. Therefore I have never been a playboy or a libertine. I’m patient and tolerant, with uncontrolled fury tips. I like to provoke people, but I’m respectful of others’ opinions without surrender or come to terms with what I think and feel. I like to give more than to receive. Someone accuses me of being “kindly”, and I understand that from a certain point of view this can be a constraint, especially among people suspicious and wary. However, I servant of sympathy to cheat anybody, I do not see why I should be obnoxious. I like to dress in a normal well, if possible, but without refinement. I like to eat well. Drink water regularly. Little or no wine. I like to read studying write and see works of art. I love the secret art, the works not famous, hidden in the provincial museums or in some attic remote suburban or country. I go to the movies very little, little theater, except that the work that I love and whose show I like to cooperate; as designer, of course.

HealingCollectiveTrauma

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...